AJNA CHAKRA

Posted on

L’essenziale è invisibile agli occhi” citava un famoso libro ed è proprio grazie al nostro 6° chakra se riusciamo a percepire ed intuire!

Ajna chakra è una sfera di colore indaco situata nel punto tra le sopracciglia, governa tutti gli organi in corrispondenza di questa zona come gli occhi, l’ipofisi, il sistema ormonale e il sistema nervoso centrale ed è la sede della spiritualità, in cui si incontrano i due principali canali in cui scorre l’energia (Ida e Pingala).

E’ simbolo di unione tra gli opposti (maschile e femminile, sole e luna, emisfero destro e sinistro del cervello, intelletto e intuizione) e ci consente di superare la visione dualistica del mondo aprendo gli occhi sulla verità nascosta dietro l’apparenza.

A differenza dei chakra precedenti non è collegato ad uno dei 5  elementi ma alla luce, rischiara la mente e  calma i pensieri rendendo le cose più visibili e quindi più comprensibili.

Quando è in equilibrio si ha un contatto libero e diretto con il proprio mondo interiore, si libera la fantasia, l’intuizione e le percezioni spirituali, ci rende maggiormente consapevoli del “qui ed ora” e della realtà che stiamo vivendo senza aspettative ma con senso di gratitudine.

Un blocco o un’iperattività del 6° chakra, invece, portano ad un eccesso di dogmatismo, orgoglio, egoismo,  difficoltà di concentrazione e assenza di sogni. Dal punto di vista fisico creano dolore agli occhi, frequenti mal di testa e infiammazione dei seni paranasali.

Ho imparato a prendere contatto con questo chakra durante la pratica. Inizialmente fissare l’attenzione nel punto tra le sopracciglia non era semplice così, su suggerimento della mia maestra, ho iniziato a visualizzare la cima di una montagna e nella mia mente si è materializzato il Pomagagnon di Cortina, con il suo ghiaione assolato e ogni volta che chiudo gli occhi e alzo lo sguardo vedo lui. Questo mi ha aiutata tantissimo a mantenere la concentrazione e sperimentare le prime tecniche di meditazione.

Un’ottimo modo  per iniziare una seduta di meditazione o di yoga e per stimolare Ajna chakra è praticare un Pranajama (tecnica di controllo dell’energia), oggi vi parlo di quello con il Respiro a narici alternate.

Con il dito pollice si chiude la narice destra, il medio si appoggia nel punto tra le sopracciglia per renderlo più presente e facile da contattare e con il mignolo si chiude la narice sinistra.

Si inizia inspirando dalla narice sinistra mentre la destra è chiusa e si espira  dalla narice destra, tenendo chiusa la sinistra. Si riparte inspirando da destra e si espira  sinistra.

Questa respirazione ha un profondo effetto calmante, elimina lo stress, riequilibra i canali energetici del corpo e prepara alla meditazione.

Piano piano, anche con fatica, sto cercando di educare corpo e mente a fermarsi, vi racconterò i dettagli nel prossimo post.

 

1 Comments

  1. Susanna bertini says:

    Brava, anche io sto sperimentando

Leave a comment

Your email address will not be published.