IL QUARTO CHAKRA: ANAHATA

Posted on

Continuiamo il nostro viaggio attraverso i 7 chakra principali del nostro corpo.

Oggi scopriremo il 4° chakra quello situato nella zona del cuore, all’altezza dello sterno e tra le scapole.

Il chakra del cuore è una sfera verde brillante, il colore dell’armonia e della compassione, infatti le qualità associate a questo centro energetico sono proprio l’amore incondizionato che parte dall’accettazione di sé e degli altri, la pazienza, l’umiltà e l’empatia.

Rappresenta l’elemento Aria dentro di noi, il respiro che ci ricorda che siamo vivi, che si muove dentro di noi, che spazza via ciò di cui vogliamo liberarci e che ci riempie di nuova energia.

Questo chakra è considerato un ponte tra i 3 chakra inferiori legati alla terra e i 3 superiori legati al cielo: un ponte tra corpo e mente, tra materia e spirito.

Il passaggio fisico che incontra il respiro è proprio il diaframma che con gli esercizi di respirazione e la pratica yoga si ammorbidisce e permette il corretto fluire dell’aria dal basso verso l’alto e viceversa.

Un funzionamento eccessivo di Ahanata chakra comporta problemi al cuore, ai polmoni e una tendenza ad amare aspettandosi però in cambio gratitudine e riconoscimento.

Quando queste aspettative non vengono rispettate si genera rancore, odio e gelosia.

Un funzionamento insufficiente, oltre che i problemi cardiaci e polmonari va ad urtare il livello psicologico creando un’insoddisfazione di sé stessi, paranoie, indecisione, paura di lasciarsi andare e convinzione di essere indegni di ricevere amore.

Le posizioni yoga che aiutano a stimolarlo sono:

BHUJANGASANA (posizione del cobra)

Posizione in cui il corpo si solleva a partire dal petto, come se ci fosse un filo ideale che lo tira verso l’alto, creando un’apertura che sollecita il chakra. È una posizione che induce ad innalzarsi ad ogni nuova opportunità e al cambiamento senza paura.

JATHARA PARIVARTANASANA (torsione supina)

Come tutte le torsioni, oltre ad energizzare tutta la spina dorsale, crea un’apertura del petto che si espande con il respiro e ossigena il cuore.

Ammetto che questo chakra è il primo che ho iniziato a sentire in maniera molto netta.

Con il tempo ho imparato a percepire piccole cose anche negli altri chakra ma la sensazione che mi genera Anahata Chakra è unica!

Le prime sensazioni sono state di freschezza nella zona del cuore, successivamente si sono intensificate in vibrazione e calore fino ad arrivare ad un senso di espansione mai provato accompagnato da gioia profonda e commozione.

Per provare a stimolare il vostro 4° chakra, oltre che con la pratica e la meditazione potete iniziare immergendovi nella natura (boschi e prati verdi), concentrandovi sulla loro bellezza e provando a portarla in casa comprando piante, adottando animali, curando le relazioni con partner, familiari, amici e infine ascoltando musica che vi trasmette gioia!

Il mio percorso personale è nato proprio dall’amore verso me stessa e nei confronti della mia famiglia, è stato costantemente arricchito dalla stima che provo nei confronti del compagno di vita che ho scelto ed è passato attraverso la straordinaria esperienza della maternità!

Oggi questo mio cammino si ingrandisce ulteriormente con l’obiettivo di raggiungere anche il cuore di qualcuna di voi che mi legge perché il senso con cui tutti giorni vi scrivo è quello di scaldarvi l’anima e provare a portare un pezzetto in più di armonia in questo mondo così congelato!

  • Share

0 Comments

Leave a comment

Your email address will not be published.