Lo Yoga: la mia Scoperta

Posted on

Il mio amore per l’India nasce tanti anni fa, ero ancora una bambina quando ho iniziato a fantasticare ed amare visceralmente questa terra.
Quello che mi ha sempre attratto è l’autenticità della sua storia e il rispetto profondo che nutro nei confronti di una cultura così intrecciata con il lato più alto della spiritualità. E dato che al cuore non si comanda all’età di 19 anni ho raccolto tutte le mie cose in una bella valigia e ho deciso di visitarla.

La mia prima volta in India è stata amore allo stato puro, che definirei più che altro una vera folgorazione!

Non ho mai dimenticato quei colori e l’energia mistica sprigionata da quel posto tanto lontano che però ho sentito fin da subito casa e così, a distanza di molti anni, ho comprato un secondo biglietto aereo! È stato proprio durante questo mio secondo viaggio che ho scoperto quella che è poi diventata una delle mie più grandi passioni: lo Yoga!

Camilla e lo Yoga

A differenza di quello che ho provato fin da subito per l’India, tra me e lo yoga non è stato amore a prima vista , infatti al mio ritorno dal viaggio ho provato a fare due o tre lezioni in posti e con insegnanti diversi ma niente, la scintilla non è scoccata e io non ho più sentito il desiderio di ripetere l’esperienza.
Questo fino a quando, qualche mese fa, su consiglio di un’amica – che Dio benedica le amiche! – decido di partecipare ad una lezione di prova presso il centro RYOGA di Via Servio Tullio a Roma.

Non so spiegare bene cosa sia successo ma durante la mia lezione ho percepito dentro di me un coinvolgimento diverso, puro che mi ha fatto subito capire di essere capitata nel posto giusto ma soprattutto al momento giusto.

Perché, si sa, come recita anche una memorabile canzone “certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano”. Da questa mia esperienza ho imparato che l’insegnante che noi incontriamo sulla nostra strada fa tanto la differenza per quanto riguarda il nostro approccio alla disciplina.
Per questo motivo voglio ringraziare pubblicamente Francesca de Luca (@yoga2live), la mia maestra formidabile che con la sua generosità mi ha trasmesso l’essenza autentica dello Yoga! Mille volte grazie.

La mia esperienza illuminante

I primi giorni sono stati duri, lo ammetto, un mix contrastante di serenità e disagio. Sentivo la schiena rigida, il petto chiuso, il corpo come bloccato e una costante sensazione di dolore.

È stato proprio in quei momenti che ho realizzato di essermi focalizzata per troppo tempo esclusivamente sulla parte spirituale e mentale di me, trascurando distrattamente il mio corpo.

Questa nuova consapevolezza mi ha dato la forza di tornare in contatto con il mio corpo ed iniziare a considerare anche la mia spiritualità e il mio respiro in maniera diversa, più consapevole e del tutto nuova. Ho desiderato fortemente di poter arrivare un giorno a sentirmi libera, anche nel corpo! Ed ecco all’improvviso la libertà pura!
Lo yoga è una disciplina che coinvolge le 3 sfere dell’essere: mente, corpo e anima. Noi siamo degli esseri unici e perfetti, niente è scollegato dal resto e quindi se trascuriamo una sola di queste tre sfere è molto difficile trovare la vera pace interiore e la felicità autentica.
Poi, durante quella mia prima lezione di Yoga, oltre alle posizioni (Asana), c’è stato il tempo delle respirazioni, delle intenzioni  del rilassamento finale e di un breve Mantra.

Risultato: colpita e affondata!

Da quel giorno lo Yoga è diventato un mio appuntamento fisso per minimo 2-3 volte alla settimana e devo ammettere che piano piano ha iniziato a cambiare la mia vita.

Se avete domande o semplici curiosità sullo Yoga: come fare, dove e perché basta che scrivete qui sotto nei commenti, io leggo e rispondo con piacere a tutti i vostri messaggi!

Un abbraccio

Camilla

0 Comments

Leave a comment

Your email address will not be published.